chirurghi

Implantologia

Da oltre 20 anni, nel nostro studio, a Torino, si effettuano interventi di implantologia osteointegrata. Tutti gli interventi chirurgici per l'inserimento degli impianti, e le successive sedute protesiche per completare la riabilitazione, vengono effettuati dal Dott. Vizzeri.

Con la specializzazione in Chirurgia Odontostomatologica, ha ricevuto una preparazione universitaria specifica per l'implantologia.
Formazione, esperienza e abilità clinche sono a vostra disposizione, per un risultato di eccellenza.

Nel nostro studio di Torino, in zona S.Rita, l'implantologia osteointegrata  rappresenta il trattamento più evoluto per risolvere i problemi estetici e funzionali legati alla mancanza dei denti.

Il sorriso è espressione di vita e specchio dei sentimenti. È il mezzo più semplice per comunicare con gli altri e per rimanere collegati al mondo che ci circonda. Il sorriso completa lo sguardo, arricchisce ed integra il volto. È indice di salute, nonché espressione continua di gioia e di voglia di vivere. la perdita dei denti naturali Nella persona adulta, la perdita parziale o totale viene spesso vissuta come inizio precoce di vecchiaia, con conseguente condizione di deperimento fisico e psicoemotivo. Nella scala dello stress di Holmes e Roche, la perdita dei denti rappresenta una delle maggiori cause di stress; è infatti classificata al terzo posto dopo la morte del coniuge e il divorzio. Se la caduta di un dente costituisce una mutilazione, la perdita totale della funzione masticatoria costituisce per molti una grave invalidità funzionale ed estetica.

IL PROBLEMA

La perdita parziale o totale dei denti naturali viene spesso trattata ricorrendo a protesi mobili o ponti sostenuti da denti sani opportunamente limati. Questo tipo di soluzioni non durature può essere però

causa di gravi disagi e sofferenze. L’utilizzo forzato di protesi mobili non supportate da impianti può provocare traumi psicologici, compromettere seriamente la capacità di masticazione e generare un senso di insicurezza. Gli effetti si ripercuotono inevitabilmente sulla salute,sull’equilibrio psicologico e sulla vita di relazione.

LE CONSEGUENZE

Variazioni ed invecchiamento dei tratti somatici del viso. Graduale e costante riassorbimento dell’osso residuo La difficoltà della soluzione aumenta nel tempo in quanto il volume dell’osso residuo disponibile si riduce progressivamente. Danno ai denti naturali sacrificati per sostenere i ponti tradizionali. Dolore causato dall’instabilità delle protesi.

L'EVOLUZIONE DELL'IM PLANTOLOGIA OSTEOINTEGRATA

Il problema della sostituzione di denti mancanti nel cavo orale è stato affrontato sin dall’antichità. Solo le recenti scoperte nel campo dell’odontoiatria hanno portato a soluzioni affidabili e certe. È stato dimostrato che impianti biocompatibili in titanio puro, posizionati mediante tecnica chirurgica atraumatica, si integrano nell’osso in maniera stabile e duratura. Il fenomeno biologico è noto come osteointegrazione. Dopo un periodo di integrazione ossea di soli due mesi, la nuova protesi viene fissata agli impianti in via definitiva. Ad oggi milioni di persone sono state sottoposte con successo alla terapia implantare. I processi che regolano l’integrazione tra impianto e osso e che prescindono dall’età dell’individuo, sommati alle attuali tecniche indolori usate durante l’inserimento degli impianti, hanno contribuito a rendere la terapia implantare affidabile e diffusa.

OSTEOGENESI A DISTANZA

Gli osteoblasti sono le principali cellule responsabili della produzione di nuovo osso. Nel caso dei tradizionali impianti lisci, gli osteoblasti producono nuovo tessuto osseo che va a trattenere l’impianto a distanza dello stesso. È stato dimostrato che a sei mesi il nuovo tessuto osseo contatta l’impianto liscio inserito solo su aree limitate (30-40%) perchè gli osteoblasti non hanno la possibilità di migrare verso l’impianto.

OSTEOGENESI A CONTATTO

Le nuove superfici bioattive della BIOMET3i hanno la capacità specifica di attirare verso di sè gli osteoblasti.

Come conseguenza di questo processo biologico, il nuovo osso prodotto dagli osteoblasti si forma direttamente a contatto di vaste aree (70%) della superficie dell’impianto. L’azione osteogenica potenziata permette di garantire un aumento del successo dell’integrazione fino al 98,6%.

La riconquista dei denti naturali

Impianti Dentali, il miglior investimento

Il valore di un Sorriso